Allevamento della terra dei nuraghi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi Siamo

"L’amore per un cane dona grande forza all’uomo"
(Seneca)


La passione, l’entusiasmo e l’amore per i cani e la caccia sono senza dubbio i motivi alla base del nostro allevamento.
Allevare significa condurre una vita di sacrifici, rinunce e talvolta di sconfitte, ma allo stesso tempo di gioie e soddisfazioni impagabili: proclamare un Campione, seguirne i successi alle prove e sul ring, ripaga pienamente delle nottate trascorse ad assistere un parto, alle festività, compresi Natale e Capodanno che trascorrono come qualsiasi altro giorno della settimana: a lavorare.
L’allevamento " della Terra dei Nuraghi" viene riconosciuto dall’E.N.C.I. e F.C.I.nel 2009 a Davide Ebau e a sua moglie Francesca Mureddu , grandi estimatori del Bracco Italiano: nobile di razza, cacciatore  insaziabile ma dal carattere   dolcissimo.  
Il nome è ispirato chiaramente al fascino misterioso della Sardegna e delle sue costruzioni   neolitiche uniche al mondo.

Ma l’amore per il Bracco Italiano nasce molti anni prima, a casa Ebau non è mai mancato il cane da ferma: Setter, Epagneul Breton e Pointer hanno preceduto il Bracco nazionale, stiamo parlando del 1993 quando entrò a far parte della famiglia   una meravigliosa cucciola roano marrone di nome Atena, sbarcata in Sardegna a 4 mesi proveniente da Trecate (NO), del Dott. De Vecchi.  Atena si distingue subito a caccia, passione che Davide coltiva da quando aveva 6 anni al seguito di suo padre Salvatore,   "cacciatore per il cane e non per il carniere", grande conoscitore e amante dell’ alectoris barbara (pernice sarda),che diventerà la prerogativa dei cani di Davide.


La passione per la razza cresce velocemente, nasce un amore infinito e soprattutto iniziano le prime esperienze a caccia sulle nostre amatissime pernici sarde e non solo. Poi con la giovane bracca le prime esposizioni e le prime conferme della buona  morfologia del soggetto.
Nel 1996 Francesca incontra  Atena (e Davide), viene travolta dalla passione per la cinofilia e la caccia, materie fino ad allora sconosciute per lei.
Nel 1999 la prima cucciolata, due cani su tutti rimarranno  sempre nel nostro cuore, Zeus e Maia entrambi proclamati Campioni Italiani di Bellezza. Con loro iniziamo, se pur inesperti e acerbi, le prime prove di lavoro, dove i cani hanno dimostrato impegno,  coraggio e passione ottenendo ottimi  risultati.
Così cresce la voglia di fare sempre meglio, l’allevamento si allarga con l’arrivo di diversi Bracchi Italiani con  importante morfologia e avidità venatoria: Oxia  all.re Giovanni Barbieri (Acquasparta – TR -), Campione Italiano  ed Internazionale di bellezza, ottima cacciatrice ma dal carattere troppo forte per imporle le regole delle prove, meravigliosa fattrice; Rea (Ch. Zeus X Ch. Oxia) ottima cacciatrice e fattrice importante; Alpino delle Terre Alliane Campione Italiano  e Internazionale di bellezza e Campione Riproduttore, giudicato più volte eccellente su pernici sarde e con Brevetto di Riporto, utilizzato a caccia e in prova indistintamente; Conan di Cascina  Merigo figlio del grande Bagai, cane che ha scritto la  storia del bracco italiano a beccaccini; Campione Italiano ed Internazionale di bellezza con Brevetto di Riporto e Campione di Lisbona 2009,  giudicato eccellente in prova su pernici sarde.
Arriviamo ai giorni nostri, Ares della Terra dei Nuraghi nato a fine 2009 è stato proclamato campione italiano di bellezza a 21 mesi e ha ottenuto il primo CAC su pernici sarde ad appena 15 mesi, a detta degli esperti possiede  doti venatorie e morfologiche  da fare invidia. E’ sicuramente il miglior Bracco Italiano che la Sardegna abbia mai conosciuto: é la punta di diamante dell’allevamento della Terra dei Nurarghi. Per due anni consecutivi ha vinto il Trofeo Isola dei Nuraghi dimostrando  di essere " Bravo e Bello"; il Trofeo  è  destinato al Bracco Italiano che tra prova speciale su pernici  sarde e raduno di razza totalizza il punteggio maggiore.
Ma Ares della Terra dei Nuraghi non è il solo frutto dell’allevamento : recentemente in Colombia, Circe della Terra dei Nuraghi, si è laureata a soli 12 mesi giovane Campionessa Colombiana, e dietro di lei Basilea della Terra dei Nuraghi.  A New York lo scorso giugno è sbarcato Buno della Terra dei Nuraghi impegnato nel Connecticut  a caccia di anatre e pernici con grande passione e soddisfazione per il suo proprietario di origini italiane. Abbiamo addirittura ceduto dei cuccioli che  oggi sono quotatissimi "cacciatori di tartufi".Non ci soffermiamo sugli altri soggetti ceduti in Italia e in Sardegna, sono tutti ottimi  cacciatori dall’eccellente morfologia.

Recentemente è arrivata in allevamento una giovanissima roano marrone, Tea, che ad appena 12 mesi si è aggiudicata una prova su pernice sarda e nella prima esposizione a cui ha partecipato (Internazionale) ha incassato, in classe giovani, 1°  Ecc BOB e 1° nel raggruppamento Razze Italiane; insomma una cagnetta veramente importante per migliorare il nostro allevamento.


Selezioniamo solo i migliori soggetti sia dal punto di vista morfologico-funzionale che caratteriale; l’avidità, il senso del selvatico, la ferma, il riporto, il collegamento e l’intelligenza osservata quotidianamente nelle varie fasi  della giornata sono parametri fondamentali per il futuro !
19 anni di Bracco Italiano e tutto sommato ci riteniamo soddisfatti: il cammino intrapreso con il nostro amico è stato difficile e faticoso, si cerca sempre di migliorare, con passione e perseveranza alla fine i risultati arrivano e ti danno la  carica  per superare nuovi traguardi insieme a questa meravigliosa razza diventata compagna di vita.

Francesca Mureddu, classe 1976, è oggi :  
delegata E.N.C.I. per le esposizioni,
titolare di licenza venatoria e cacciatrice,                                                                                                                                                      
cura quotidianamente le esigenze alimentari e sanitarie dei soggetti presenti in allevamento,
si occupa di tutti gli aspetti logistici per le manifestazioni cinofile alle quali partecipiamo                                    
gestisce in prima persona la consegna dei nostri cuccioli in Italia e all’estero.

Davide Ebau, classe 1974, è oggi :                                                                                                                                                                        
delegato E.N.C.I. per le esposizioni  e le prove di lavoro,                                                                                                                        
delegato S.A.B.I. (Società Amatori Bracco Italiano) per la Sardegna,                                                                                                   
titolare di licenza venatoria e cacciatore,                                                                                                                                                                    
si occupa dell’addestramento dei soggetti presenti in allevamento per la caccia, le esposizioni, e le prove di lavoro,
iscritto al registro degli addestratori cinofili per cani da caccia dell'Enci.
Iscritto al registro degli Handler Professionisti dell'Enci.


"Il tuo cane vivrà in media dieci, quindici anni e per tutta la sua vita ti amerà. Se la sua vita fosse di cento anni ti amerebbe per cento anni. Se fosse di mille anni tu saresti il suo amico per mille anni.  Su di lui puoi contare in qualsiasi momento perché il tuo cane è l'unico essere vivente che, qualsiasi cosa tu faccia o abbia fatto nel passato, ti amerà per l'eternità"


Davide e Francesca.

Torna ai contenuti | Torna al menu